Community

Benvenuto su www.LaFormazionePrimaria.it! Qui puoi trovare articoli scritti da docenti, da laureati in Scienze della Formazione Primaria o da ragazzi che non hanno ancora terminato il corso di studi. Tutti vogliamo migliorare noi stessi condividendo esperienze, commentando e scrivendo articoli riguardanti: didattica, metodologie d'insegnamento e altri contenuti attinenti al mondo della formazione e dell'educazione.

giovedì 22 marzo 2012

Italiano: schede: singolare e plurale

Sul sito internet www.mammaebambini.it è possibile consultare alcune schede per favorire l'apprendimento della lingua italiana, ne riporto alcune di seguito che trattano il nome singolare e plurale.
Cos'è il nome: Il nome è una variabile, cambia forma e serve per indicare il diverso genere delle persone, degli animali e delle cose, non solo, il nome indica inoltre la quantità, ovvero può essere singolare o plurale. Esistono dei nomi che al plurale sono particolari, questi sono presenti nelle schede che potete trovare nell'articolo.
Importante:
- I nomi che terminano con una vocale accentata non cambiano la loro forma nel passaggio dal singolare al plurale, un esempio è la parola città. 
- I nomi che terminano al singolare con cia o gia al plurale terminano con ce e ge se davanti a cia o gia c'è una consonante (es. roccia - rocce)
- I nomi che terminano al singolare con cia o gia al plurale terminano con cie e gie se davanti a cia o gia c'è una vocale (es. camicia - camicie)
- Alcuni nomi che, al singolare sono di genere maschile, al plurale diventano femminili (es. paio - paia, uovo - uova)
Leggi tutto
Sul sito internet www.mammaebambini.it è possibile consultare alcune schede per favorire l'apprendimento della lingua italiana, ne riporto alcune di seguito che trattano il nome singolare e plurale.
Cos'è il nome: Il nome è una variabile, cambia forma e serve per indicare il diverso genere delle persone, degli animali e delle cose, non solo, il nome indica inoltre la quantità, ovvero può essere singolare o plurale. Esistono dei nomi che al plurale sono particolari, questi sono presenti nelle schede che potete trovare nell'articolo.
Importante:
- I nomi che terminano con una vocale accentata non cambiano la loro forma nel passaggio dal singolare al plurale, un esempio è la parola città. 
- I nomi che terminano al singolare con cia o gia al plurale terminano con ce e ge se davanti a cia o gia c'è una consonante (es. roccia - rocce)
- I nomi che terminano al singolare con cia o gia al plurale terminano con cie e gie se davanti a cia o gia c'è una vocale (es. camicia - camicie)
- Alcuni nomi che, al singolare sono di genere maschile, al plurale diventano femminili (es. paio - paia, uovo - uova)

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento